Category Archives: Scommesse online

Shara Proctor ha scelto di fare l’oro a Rio e ha lasciato alle spalle il dolore del 2012

È un’onestà sorprendente, ma Proctor può fare un salto in qualsiasi azienda ora. O, più precisamente, può lasciare il segno nella sabbia, proprio come ha fatto ai campionati del mondo dell’anno scorso a Pechino nel prendere il salto in lungo d’argento, saltando un Bet365 record britannico di 7,07 milioni. Il contrasto con il suo nono piazzato in errore a Londra 2012 è chiaro; in un modo che ora l’esperienza è vista come un necessario rito di passaggio.

“Penso di lasciare che l’atmosfera ottenga il meglio di me a Londra”, dice Proctor. “Sono stato gettato dalla folla e il loro benvenuto. Era enorme – non avevo mai visto niente del genere, non ero mai stato alle Olimpiadi e io ero molto più giovane.Era semplicemente travolgente; Lascio che sia sopra di me e non permetterò che ciò accada di nuovo. “Shara Proctor dice che il Bet365 mondo in lungo salto l’argento si sente come l’oro Per saperne di più

Proctor ora ha 27 anni, un livello molto più temprato dalla battaglia concorrente rispetto a quello che aveva ceduto la fedeltà alla Gran Bretagna dalla sua nativa Anguilla – un territorio britannico d’oltremare che non entra in una squadra olimpica propria – solo 21 mesi prima degli ultimi giochi. L’esposizione coerente a un livello più alto di sport ha pagato dividendi, come nella maggior parte degli atleti di età simile, e Rio ha poche paure.

“Ho dovuto saltare di più di fronte a folle simili e Bet365 scommesse di calcio contro i ponticelli femminili di prima classe e più pratica mi hanno aiutato ad adattarmi a quelle situazioni “, dice. “Ora mi conosco, so di poter sopportare la pressione, sapere come competere.Sono solo io, sono cresciuto. ”

Ci sono stati altri sobbalzi lungo la strada e due anni fa le prognosi più fosche avevano procurato a Proctor di essere in condizioni ottimali per le Olimpiadi. La finale dei Giochi del Commonwealth del 2014 avrebbe dovuto essere l’occasione per mostrare quanto aveva imparato da Londra; invece si è rotta un tendine alla coscia durante la rincorsa e si è ritrovata incapace di camminare per quattro settimane.

“Ho dovuto imparare di nuovo a camminare, correre, tutto il resto ed è stato un processo lungo” lei dice. “Non ero sicuro [cosa sarebbe successo] come mi dicevano che non sarei in grado di competere nel 2015 e potrebbe non essere al mio meglio nel 2016, ma stavo solo cercando quello positivo per farmi andare avanti. Avevo solo bisogno di sapere che sarei riuscito a correre e questo era tutto.Ho combattuto duramente per arrivare dove volevo essere. “Shara Proctor rompe il record di salto in lungo e lancia” l’etichetta di plastica Brit “Per saperne di più

Lo” spirito combattivo “di Proctor – un termine che Unibet visita diverse volte durante il conversazione – ha prodotto un ritorno all’allenamento nel gennaio 2015, ma anche in quel momento è stato un po ‘forzato prendere quel secondo posto sette mesi dopo, battuto solo da Tianna Bartoletta. Era la fine di una lunga strada, crede, ma solo l’inizio di un’altra.

“È stato un viaggio così lungo, difficile, così tanto lavoro, un sacco di momenti sconvolgenti e trionfi per raggiungere quel punto dopo tutto quel duro lavoro “, dice. “Ma poi ci sono le Olimpiadi quest’anno e questo è l’obiettivo principale.E ‘stato solo il primo Unibet passo verso questo. ”

La chiave per il recupero di Proctor, e per molto altro ancora, è stata la sua allenatrice Rana Reider. Quando l’incantesimo biennale di Reider alla British Athletics si interruppe polemicamente nell’ottobre 2014 Proctor si trasferì in Olanda per continuare il rapporto di lavoro con un mentore che aveva originariamente seguito a Loughborough dalla Florida.

“Rana è stato il mio allenatore di sempre dal 2008, quando ero al college “, dice. “Mi ha fatto saltare da 6,24 a 6,71 m, quindi ho deciso che, se diventassi un atleta Unibet professionista, volevo continuare a lavorare con lui – perché se mi portava così lontano quando non ero molto serio, immagina cosa potrebbe fare quando ero in realtà.È perfetto per me, sia per le questioni tecniche che per il modo in cui presta attenzione ai bisogni individuali e non solo al gruppo. ”

Il gruppo ha i suoi vantaggi. Il compagno di allenamento di Proctor è il mondo maschile e il campione olimpico di salto in tre, Christian Taylor, e si innescano a vicenda nel tipo di amicizia – giocoso ma, quando si tratta di affari, serio – che può guidare gli atleti d’élite.

“Siamo come fratello e sorella”, dice. “Ci spingiamo sempre l’un l’altro. È un saltatore triplo, io sono un lungo saltatore, ma finiamo sempre nella sabbia insieme e saltiamo l’uno contro l’altro. Rende semplicemente la pratica divertente per me e viceversa – c’è un’energia positiva e questo la rende piacevole. Tutto quello che vuoi in un partner, questo è lui.Tutto il lavoro e nessuna recita fanno di Shara una ragazza noiosa; Penso che l’allenamento dovrebbe essere divertente, e in questo modo si finisce per competere meglio. ”

La vita nei Paesi Bassi si adatta bene a Proctor e si unirà alla Unibet scommesse bonus per il primo deposito squadra olandese per il loro campo di allenamento pre-olimpico in Portogallo prima di viaggiare a Rio il 6 agosto.Non è sempre facile restare in contatto con i suoi colleghi della Gran Bretagna, ma c’è una “grande relazione” quando si incontrano e lei apprezza il senso di appartenenza dal quale ha beneficiato dal 2010.

” Ad Anguilla, quando ero solo io e forse un’altra persona, non avevo quella squadra per sostenermi “, dice. “Ma gareggiare per la Gran Bretagna è una sensazione così accogliente perché ho un team che fa il tifo per me e posso anche tifare per la squadra”.

Cresciuto nei Caraibi, Proctor era un appassionato calciatore – “I Era un’ala destra, il mio lato sinistro era inutile, ma ero veloce e agile così da poter muovere l’ala e portarla agli attaccanti “- e mi piaceva soprattutto perché poteva passare del tempo con vecchi compagni di scuola.Ma la responsabilità per le prossime settimane sarà individuale, e c’è una cauta speranza che il successo dello scorso anno possa almeno essere ripetuto.

“Al momento mi sento piuttosto ottimista, sono in un buon posto “, dice. “Sono sano e in forma – non ho ancora completato la messa a punto, ma ci arriveremo. Per la maggior parte sto raramente andando e spero molto per grandi cose a Rio. “Sicuramente si sente a casa questa volta.